Contenuto principale

I Musei Civici a palazzo Ciacchi

Dal 2008, palazzo Ciacchi – sede di Confindustria Pesaro Urbino - accoglie un percorso espositivo realizzato con dipinti e ceramiche provenienti dai depositi dei Musei Civici e restaurati da Confindustria. Le opere sono allestite in aree diverse dell’edificio all’interno di sezioni omogenee per genere e ambito culturale. L’allestimento rappresenta la tappa conclusiva della convenzione sottoscritta nel 2006 e rinnovata nel 2018 tra il Comune e Confindustria Pesaro Urbino attraverso cui pubblico e privato condividono l’impegno a conservare e valorizzare le collezioni dei Musei Civici, espressione per eccellenza dell’identità culturale cittadina.

Nel marzo 2023, l’assetto è stato aggiornato proprio per dare forma alla convenzione del 2018 (gli anni di emergenza sanitaria hanno fermato i lavori) e prevede - questa la novità più grande - la presenza delle arti decorative. Il nuovo ordinamento dal titolo ‘Mito e devozione’ illustra al pubblico la mitologia, la storia antica oltre a diversi episodi sacri e veterotestamentari, attraverso 62 ‘tesori’ - di cui una ventina restaurati per l’occasione - che provengono in gran parte dalle eterogenee raccolte della marchesa Vittoria Mosca. Sono 20 i dipinti soprattutto del Seicento con quadri di autori napoletani e marchigiani che raffigurano episodi sacri e anticotestamentari, ma anche del Sette-Ottocento con fatti mitologici e di storia, 26 le ceramiche (XIX secolo) tra cui maioliche di stile neocinquecentesco e produzione pesarese, lustrate delle fabbriche di Gubbio ed esemplari neoistoriati napoletani, 16 i manufatti di arte decorativa, tipologia ben rappresentata nel patrimonio museale; si tratta di sculture in bronzo, marmo, porfido e alabastro oltre a specchiere in legno intagliato e dorato databili fra la metà del seicento e la metà del settecento, che rievocano il gusto per il classico durante l’epoca del Grand Tour.

Grazie alla convenzione Comune/Confindustria Pesaro Urbino, Palazzo Ciacchi aggiunge al suo valore di prestigioso edificio storico appartenuto in origine alla nobile famiglia Stramigioli Ciacchi quello di prezioso contenitore d’arte aperto ai visitatori che integra le sale permanenti di Palazzo Mosca con una sezione che dà spazio a beni altrimenti non visibili perché non esposti. Il protocollo d’intesa stabilisce infatti che i pezzi dei depositi, alcuni da restaurare, siano concessi in uso dall’amministrazione per almeno dieci anni rinnovabili, con la doppia garanzia di un’adeguata conservazione e di un’ampia fruizione. Da parte sua, Confindustria Pesaro Urbino realizza l’allestimento e provvede ad interventi di restauro ove necessario.

palazzo Ciacchi via Cattaneo 34
proprietà Confindustria Pesaro Urbino
gestione convenzione Comune di Pesaro | Confindustria Pesaro Urbino
tel 0721383201

> secondo e quarto giovedì del mese h 15.00-18.00
ingresso gratuito su prenotazione presso Confindustria tel 0721 3831-383201 | info@museopalazzociacchi.it

> terza domenica del mese (stradomenica)
giugno-settembre
16.30-19.30
visite guidate alle 16.45, 17.45 e 18.45
ingresso gratuito su prenotazione presso Pesaro Musei tel 0721 387541 | info@pesaromusei.it

ottobre-maggio 15.30-18.30
https://museopalazzociacchi.it 

Torna all'inizio