Contenuto principale

Aste e Valorizzazioni immobili comunali

In quesa pagina è possibile trovare gli immobili del Comune di Pesaro messi in:

  • vendita
  • locazione
  • concessione

Per maggiori informazioni consultare la sezione sottostante le foto.

N.B. I prezzi indicati nel presente sito sono indicativi e provvisori. I prezzi definitivi sono riportati nei bandi.

Immobili

Fabbricato Via Bonini
Via Bonini, 41
Dimensione lotto: 1.245 mq
Prezzo d'asta: 268.000 €
Scadenza asta: 19/04/21 ore 13:00

Terreno con rudere
Strada dei Condotti n. 2
Dimensione lotto: 948 mq
Prezzo d'asta: 219.000 €
Scadenza asta: 19/04/21 ore 13:00

Terreno edificabile
Via Paganini/Via Lombradia
Dimensione lotto: 7.525 mq
Prezzo d'asta: 1.902.285 €
Scadenza asta: 19/04/21 ore 13:00

Terreno edificabile
Via dell'Industria
Dimensione lotto: 9.518 mq
Prezzo d'asta: 1.210.688 €
Scadenza asta:19/04/21 ore 13:00


Uffici di via XI febbraio
Via XI Febbraio, 11
Superficie catastale.: 120 mq
Prezzo d'asta: 160.000 €
Scadenza asta: 19/04/21 ore 13:00

Ex Carcere minorile
Via Bertozzini
Dimensione lotto: vedi scheda lotto
Prezzo d'asta: 675.000 €
Scadenza asta: da definire

Ex scuola di Ginestreto
Strada Borgo di Ginestreto

Dimensione lotto:    740 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Ex scuola di Candelara
Strada della Pieve
Dimensione lotto: 3.180 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire


Ex scuola di via Salandra
Via Salandra
Dimensione lotto:    805 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Fabbricato Via Madonna di Loreto, 39
Via Madonna di Loreto, 39
Dimensione lotto: 456 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Ex casa colonica Str. di Valcelli, 6
Strada di Valcelli, 6
Dimensione lotto: 3.885 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Ex casa colonica  Str. di Valcelli, 9
Strada di Valcelli, 9
Dimensione lotto: 3.825 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire


Garage Montecchio
Via Pio La Torre, sn    Montecchio
Superficie catastale:      82 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Uffici Montecchio
Via Pio La Torre, 36 Montecchio
Superficie catastale: 210 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Uffici Montecchio
Via Pio la Torre, 90   Montecchio
Superficie catastale: 400 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire


Negozio Montecchio
Via Pio La Torre, 64 Montecchio
Superficie catastale: 76 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Negozio Montecchio
Via Pio La Torre, 66 Montecchio
Superficie catastale: 74 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire

Negozio Montecchio
Via Pio La Torre, 70 Montecchio
Dimensione lotto: 63 mq
Prezzo d'asta: da definire
Scadenza asta: da definire


Alienazioni e Valorizzazioni immobiliari

Il Comune di Pesaro, nell'ambito delle proprie funzioni, ai sensi dell'art. 58 della legge n. 112 del 2008 redige il piano delle alienazioni e valorizzazioni.

Il Piano individua i singoli beni immobili ricadenti nel territorio di competenza, non strumentali all'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, suscettibili di valorizzazione ovvero di dismissione.

Le valorizzazioni si concretizzano mediante molteplici possibilità tra le quali la locazione e il Partenariato Pubblico Privato.
Le locazioni sono affidate mediante avviso pubblico.
Il Partenariato Pubblico Privato è la modalità di valorizzazione che possono anche essere di iniziativa privata, in cui il "privato" fa da promotore. Il privato cittadino può manifestare il proprio interesse per attività relative a "lavori, servizi e forniture" finalizzati alla manutenzione, trasformazione e utilizzo degli immobili pubblici. L'Amministrazione comunale, valutate le proposte, concede in concessione gli immobili per un periodo di tempo determinato.

Le dismissioni si conceretizzano con la vendita dell'immobile e si attuano mediante asta pubblica.

Come effettuare una manifestazione di interesse?
Le manifestazioni di interesse perrelative alle vendite, locazioni o per Partenariati Pubblici Privati sono effettuate mediante una proposta scritta presentata via PEC al seguente indirizzo: comune.pesaro@emarche.it oppure consegnata al seguente indirizzo: Comune di Pesaro, piazza del Popolo, 1 - 61121 - Pesaro.

Come si assegnano le locazioni degli immobili?
Gli immobili in locazioni immobiliari sono assegnate mediante avviso pubblico. Gli immobili in locazione sono pubblicati sul portale dell'Amministrazione Trasparente>> Beni immobili e gestione patrimonio >> patrimonio immobiliare.

Come partecipare alle aste immobiliari?
Le aste in corso sono pubblicate sul portale dell'Amministrazione Trasparente>> Beni immobili e gestione patrimonio >> patrimonio immobiliare.

Se nella scheda non è presente la data di scadenza dell'asta, significa che l'immobile non è ancora in vendita.

Per maggiori informazioni inviare mail al seguente indirizzo di posta elettronica: patrimonio@comune.pesaro.pu.it 


Aste in corso

Bando d'Asta Pubblica N. 1/2021 pubblicato all'Albo pretorio on-line del Comune di Pesaro con determinazione dirigenziale n. 263 del 16/02/2021. Consulta il Bando


Informazioni sulla partecipazione alle aste

Dove sono pubblicati i bandi?

I bandi e gli avvisi riguardanti le procedure di vendita sono resi pubblici mediante pubblicazione:

- sul sito del Comune di Pesaro:

  • nell’Albo Pretorio on line;
  • nella sezione Ammninistrazione Trasparente - sezione Beni immobili e gestione patrimonio >> patrimonio immobiliare;
  • nella sezione Patrimonio e Demanio- Aste, Locazioni e Concessioni.

- su siti di pubblicità immobiliare;- sui quotidiani locali - sui canali social del Comune.

Possono essere comunque utilizzati altre modalità per consentire la massima pubblicità e diffusione delle informazioni relativa alle procedure di alienazione, ad esempio l’utilizzo di portali specializzati nella pubblicità immobiliare.

Chi può partecipare alle aste?

Possono partecipare alle aste immobiliari indette dal Comune, persone fisiche, imprese individuali ed enti collettivi (cooperative, associazioni, consorzi, società commerciali etc.). Le persone fisiche debbono avere la capacità di contrattare con la pubblica amministrazione, mentre le società non devono trovarsi in stato di fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa o volontaria, amministrazione controllata e non debbono essere destinatarie di provvedimenti interdittivi ai sensi del d. lgs. 231/2001.
Saranno osservate, per quanto riguarda le offerte per procura e quelle per conto di terze persone con riserva di nominarle, le norme di cui all’art. 11 del Regolamento comunale per l’alienazione, gestione e disposizione dei beni del patrimonio approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 43 del 05/06/2017 modificato con D.C.C. n. 57 del 10/04/2019 e dal Regolamento sulla contabilità generale dello Stato (R.D. Maggio 1924, n. 827).

Come si partecipa alle aste?

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate mediante plichi contenenti l'offerta e la documentazione per l'ammissione alla gara.

Le domande devono pervenire, all'indirizzo indicato dal bando, per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, PEC o a mano mediante consegna all’Ufficio Protocollo dell’Ente, entro il termine perentorio indicato dal bando. Oltre tale termine non sarà valida alcun'altra offerta, anche se sostitutiva o aggiuntiva rispetto a quella già presentata.

Le prescrizioni inerenti alla composizione del plico sono indicate nel bando, il quale, in ogni caso, a pena di esclusione: a) deve essere chiuso; b) deve recare all'esterno l'indicazione della procedura cui si riferisce; c) deve contenere l'offerta sottoscritta dall'offerente, munita di marca da bollo, in busta chiusa e sigillata; d) deve contenere tutta la documentazione richiesta dal bando con particolare riguardo alla cauzione.

A quanto ammonta la cauzione?

La cauzione, di norma corrispondente al 10% del prezzo stabilito a base d’asta (sono possibili variazioni eventualmente da indicare nel bando) prodotta dall'aggiudicatario (a mezzo bonifico bancario od assegno circolare) a garanzia dell'offerta ha natura di caparra confirmatoria ai sensi dell'art. 1385 C.C. e sarà considerata in acconto sul prezzo di aggiudicazione all'atto della stipula del contratto.  La cauzione sarà ritenuta a favore dell'Ente nel caso in cui l'aggiudicatario sia dichiarato decaduto all'aggiudicazione per inadempienze rispetto al bando pubblico o avviso

Come si svolge l'asta?

Si procede di norma mediante asta pubblica con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo posto a base d'asta, indicato nel relativo bando, senza alcun limite di aumento e con esclusione delle offerte in diminuzione.

L’asta viene effettuata da apposita commissione composta dal Dirigente del Servizio Patrimonio competente o altro soggetto dallo stesso nominato, con funzioni di presidente, e da due dipendenti comunali nominati dallo stesso.

Come si effettua la vendita?

La vendita degli immobili avverrà alle condizioni e prescrizioni indicate nel bando d’asta. La consegna dell’immobile avverrà contestualmente alla stipulazione dell’atto di compravendita. Dalla data del rogito decorreranno gli effetti attivi e passivi del trasferimento.

Quali sono i costi per l'acquisto?

Tutti gli oneri previsti per la stipula dell’atto pubblico di compravendita sono a carico della parte acquirente (onorari notarili, imposte, tasse, ed ogni altra spesa inerente alla stipulazione), che provvederà a scegliere il notaio rogante.

Torna all'inizio