Contenuto principale

Pesaro 2024

Pesaro Città Creativa Unesco della Musica si candida ufficialmente a Capitale italiana della Cultura 2024. Nel luglio 2021 il capoluogo marchigiano ha presentato la sua manifestazione d’interesse, prima tappa istituzionale di un percorso che la città ha avviato da gennaio e che si concluderà a ottobre, con la consegna del dossier di candidatura al Ministero della Cultura.  

Un percorso in cui Pesaro non sarà sola perché è stata attivata una ‘strategia collettiva’ pensata per coinvolgere tutti i 50 Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino e il sistema di enti, associazioni e professionisti della cultura con cui la città del Rossini Opera Festival ha intrecciato negli anni rapporti ormai solidi.  Dunque, una candidatura plurale che rafforzerà il brand di Pesaro e di un territorio che punta e investe sulla cultura come motore di sviluppo.

Obiettivo: trasformare l’identità inconsapevole in patrimonio culturale attraverso un processo partecipativo. Per questo si lavorerà sullo spirito, sull'energia e sulla visione dei pesaresi tutti; artisti, professionisti, abitanti, associazioni, turisti, portatori di interesse che gravitano intorno a Pesaro. Tra le finalità, anche quella di stimolare l’imprenditorialità creativa per generare nuova impresa e attrarre investimenti incrociando in modo inedito i settori produttivi dell’arte, del turismo sostenibile e della comunicazione sociale con altre realtà del tessuto economico.  

In corso gli appuntamenti di ascolto dei cittadini, delle organizzazioni e istituzioni culturali, e di tutti gli attori che intendono lavorare e contribuire alla costruzione della città che non c’è ancora. Una rete fitta di conoscenze e professionalità, arricchita dal senso dell’esperienza quotidiana, andrà a disegnare il ritratto della città che desideriamo domani. Il percorso della candidatura avrà il compito di trasformare la “festa di paese”, la “quotidianità inconsapevole” in patrimonio culturale agito, rappresentato dalla stessa comunità.

Pesaro2024 nasce dal lavoro fatto in questi anni che ha portato risultati eccellenti a livello nazionale e internazionale come le celebrazioni per il 150esimo della morte di Rossini (1868-2018) e il riconoscimento ottenuto nel 2017 di Città Creativa Unesco. Il nuovo progetto si affianca e rafforza l’altra candidatura in corso: quella di  Pesaro e Urbino a Città europea della Cultura 2033, un obiettivo strategico attorno a cui costruire infrastrutture importanti. Tra i soggetti coordinatori della candidatura di Pesaro 2024, PanSpeech - società di progettazione culturale specializzata in digital humanities - e Amat (Associazione Marchigiana Attività Teatrali)

INFO comitato@pesaro2024.it

Torna all'inizio