Contenuto principale

Casa Rossini

Dal 2015 la casa-museo di Gioachino Rossini si presenta completamente rinnovata grazie ad un importante intervento di riqualificazione che ha ampliato gli spazi e reso protagoniste le tecnologie di ultima generazione. Alla superficie espositiva si è aggiunto il secondo piano per ospitare documenti di interpreti e opere rossiniane e mostre tematiche temporanee. Al piano terra, un piacevole spazio free accoglie il pubblico con uno store esclusivo dove entrare liberamente. Il patrimonio scientifico si offre alla fruizione in modo agile grazie a supporti innovativi: spartiti autografi di opere e lettere del compositore sono consultabili su touch screen e postazioni lungo il percorso consentono l’ascolto di registrazioni sonore per entrare nel vivo delle vicende biografiche e artistiche di Rossini; il risultato è un’esperienza di visita decisamente coinvolgente. Lo spazio Rossini Gourmet all’ultimo piano e la Cantina nel seminterrato, sono dedicati alla figura di Rossini quale raffinato cultore della buona tavola. Ogni anno durante l’estate, in programma mostre a cura della Fondazione Rossini, per scoprire le sue opere immortali.

L’edificio

La casa natale di Gioachino Rossini ha una storia antica. Al XV secolo risale la realizzazione dei piani terra e primo, mentre i due superiori sono aggiunti in seguito. Nei primi decenni del Settecento, una consistente ristrutturazione coinvolge facciata e interno. Qui Gioachino Rossini nasce il 29 febbraio 1792 e qui trascorre i primi anni di vita con la sua famiglia. I Rossini occupano in affitto - tra il 1792 e il 1797 - due stanze al primo piano sul lato di via Gavardini; accanto a Gioachino, i genitori Anna e Giuseppe con Flora e Antonia, zia e nonna paterne. In seguito la famiglia si trasferisce a Palazzo Baviera per lasciare definitivamente la città nel 1802. L’edificio viene acquistato dal Comune nel 1892, a cento anni dalla nascita del compositore; adibito a museo, viene dichiarato monumento nazionale nel 1904. Il restauro nel biennio 1988-’89 permette di consolidare la costruzione e di rivedere l’esposizione secondo criteri scientifici.

Le collezioni

I materiali esposti provengono in gran parte da diverse donazioni giunte a Pesaro a fine ottocento. Il nucleo più consistente arriva da Parigi, dal grande collezionista di cimeli rossiniani Alphonse Hubert Martel; si tratta soprattutto di stampe, incisioni e litografie legate alla vita e all’opera del compositore che comprendono una ricca serie di ritratti ufficiali e una galleria dei cantanti che hanno contribuito alla fortuna delle opere rossiniane in Francia. Preziosa la galleria di trenta ritratti a stampa di Rossini, ordinati cronologicamente dalla giovinezza alla vecchiaia; celebre il disegno di Gustave Doré con il compositore sul letto di morte negli ultimi giorni a Passy (Parigi). La raccolta comprende anche una gustosa collezione di caricature - tra cui una statuetta in terracotta di Jean-Pierre Dantan - che mette alla berlina Rossini e altri personaggi dell’ambiente musicale ottocentesco. Nella stanza dedicata alla musica, trovano posto un pianoforte a tavolo costruito a Venezia nel 1809, e alcuni autografi del Maestro.

Il bookshop

Al piano terra, lo store monografico dedicato al Cigno - l’unico al mondo – offre una ricca gamma di oggetti rossiniani: cd e dvd anche rari, tra cui una Semiramide in arrangiamento per chitarra sola, pubblicazioni antiche e testi curati dalla Fondazione Rossini, merchandising esclusivo e artigianato d’eccellenza ‘made in Pesaro’; come la selezione di ceramiche create appositamente per il museo da produttori locali.

via Rossini 34

proprietà Comune di Pesaro

gestione Sistema Museo

orario

giugno-settembre da martedì a domenica e festivi 10-13, 16.30-19.30

ottobre-maggio martedì, mercoledì, giovedì 10-13, venerdì, sabato, domenica e festivi 10-13, 15.30-18.30

lunedì, giorno di chiusura

chiusure annuali 25 dicembre, 1 gennaio

ingresso

> biglietto unico Pesaro Musei consente l'accesso a Palazzo Mosca - Musei Civici, Museo Nazionale Rossini, Casa Rossini, area archeologica di via dell'Abbondanza, area archeologica e antiquarium di Colombarone, Centro Arti Visive Pescheria e mostre temporanee. Valido 15 giorni
intero € 13,00

ridotto A € 11,00
gruppi minimo 15 persone, soci FAI Fondo per l'Ambiente Italiano, Touring Club Italiano, Coop Alleanza 3.0 e precedenti Coop Adriatica, Nordest ed Estense, ISIC, ITIC, IYTC Card, studenti universitari, Amici del Rof

ridotto B € 8,00
possessori card Pesaro Cult, gruppi accompagnati da guida turistica della Provincia di Pesaro e Urbino

> biglietto base Pesaro Musei
consente l'accesso a due sedi a scelta tra Palazzo Mosca - Musei Civici, Museo Nazionale Rossini, Casa Rossini e mostre temporanee e area archeologica di via dell'Abbondanza. Valido 7 giorni
intero € 10,00

ridotto A € 8,00
possessori card Pesaro Cult, gruppi minimo 15 persone, soci FAI Fondo per l'Ambiente Italiano, Touring Club Italiano, Coop Alleanza 3.0 e precedenti Coop Adriatica, Nordest ed Estense, ISIC, ITIC, IYTC Card, studenti universitari, Amici del Rof

gratuito
fino a 18 anni
per i possessori della card Pesaro Cult ogni terza domenica del mese da ottobre a maggio
per i possessori della Carta Famiglia del Comune di Pesaro
per i portatori di handicap e accompagnatore
per i membri ICOM (International Council of Museums)
per i giornalisti muniti di tessera professionale

tariffe speciali per gruppi scolastici
gruppi da 15 a 25 alunni
€ 2,50 per una sola struttura (Musei Civici, Casa Rossini o area archeologica di via dell'Abbondanza)
€ 5,00 Musei Civici di Palazzo Mosca + Casa Rossini + area archeologica di via dell'Abbondanza

ingresso gratuito per i gruppi da 15 a 25 alunni che usufruiscono di visita guidata o attività didattica

 accesso disabili no

 tel 0721 387357

informazioni e prenotazioni call center 199 151 123 (servizio a pagamento attivo, solo dall'Italia, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 15)

prenotazioni per le scuole numero verde 800 96 19 93 (valido solo per le scuole)

www.pesaromusei.it

www.euromuse.net

Casa Rossini

Torna all'inizio