Contenuto principale

Città della ceramica

Sin dal basso medioevo Pesaro è città della ceramica, l'arte della maiolica si è protratta quasi ininterrottamente dal basso medioevo fino al XX secolo.
Qui la ceramica ha sempre goduto della protezione delle signorie - come i Della Rovere -, e poi del governo pontificio fino alle attuali amministrazioni. Nella seconda metà del Quattrocento la città diventa uno dei centri ceramici artisticamente più importanti d’Italia. Il prestigioso passato della città è ampiamente documentato nella sezione Ceramiche dei Musei Civici.

A Pesaro l'arte ceramica è tuttora proposta da alcuni ceramisti.

Ceramiche Artistiche Molaroni (via Luca Della Robbia 9/11), Atelier Desimoni (via Sabotino 75) e Studio d'Arte Tiziano Donzelli (via Toscanini 5) producono i tradizionali decori “all'istoriato”, “a raffaellesche”, “alla rosa” e “al ticchio” interpretati tuttavia in chiave moderna.

Ceramiche Bucci (str. della Romagna 143 - Cattabrighe), Laboratorio Pesaro (via della Produzione 94 - Montelabbate) e Studio Verzolini (via Ancona 46 - Tavullia) sperimentano, invece, tecniche e materiali attraverso un linguaggio ceramico rinnovato per dare forma ad oggetti al limite tra artigianato e design.

Un'ampia scelta di manufatti e pubblicazioni legati al mondo della ceramica è disponibile in vendita presso il bookshop dei Musei Civici.

L'arte della maiolica a Pesaro

Torna all'inizio