Contenuto principale

EVENTUALI RIDUZIONI

RIDUZIONI TARI 2021 - UTENZE DOMESTICHE

Le famiglie numerose ed in difficoltà economica possono richiedere una riduzione del 50% della TARI 2021

Come fare richiesta

E' possibile inviare la domanda, con allegato ISEE (corrente o ordinario), dal 7/7/21 alle ore 12 del 22/7/21, secondo le seguenti modalità:
- al Protocollo generale dell’Ente in una delle seguenti modalità trasmesso via pec all'indirizzo comune.pesaro@emarche.it, oppure via mail all’indirizzo protocollo@comune.pesaro.pu.it unitamente a copia scansionata di documento di identità;
- spedita con racc. A.R al Comune di Pesaro Piazza del Popolo, n. 1;
- consegnato allo Sportello Informa&Servizi, esclusivamente su appuntamento da prenotare tramite:  tel. 0721 387400, e-mail a urp@comune.pesaro.pu.it, messaggio SMS / WhatsApp / Telegram / Skype al numero 3336180142.
La domanda deve essere obbligatoriamente formulata dal soggetto del nucleo familiare che è intestatario dell’utenza TARI.

Chi può fare richiesta

Possono presentare domanda i nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:
- titolare di un’utenza TARI domestica residente nel comune di Pesaro;
- avere un Valore ISEE calcolato ai sensi del D.P.C.M. n. 159/2013, non superiore a €. 12.000,00 (Isee Ordinario o Isee Corrente); Per i nuclei familiari composti da 5 o più componente il Valore ISEE calcolato ai sensi del D.P.C.M. n. 159/2013, è aumentato a €. 16.000,00 (Isee Ordinario o Isee Corrente);
- essere in regola, al momento della presentazione della domanda, con i versamenti della Tassa Rifiuti (TARI) al 31.12.2019;
Verifiche e controlli
Il Comune di Pesaro in qualsiasi momento, anche successivamente al riconoscimento del beneficio, effettuerà i controlli, anche a campione, per verificare i requisiti generali previsti.

RIDUZIONI TARI ANNO 2021 - UTENZE NON DOMESTICHE

Limitatamente all’annualità 2021, in considerazione della eccezionale emergenza derivante dalla pandemia da Covid-19 e dei conseguenti gravi effetti sulle attività economiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività, tenuto conto di quanto previsto dall’art. 6 del D.L. 25 maggio 2021, n. 73, sono stabilite riduzioni della tariffa così articolate:

a) Riduzione pari al 100 per cento del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento):

- Cat. 2 Cinematografi e Teatri (intera categoria);
- Cat. 4 Impianti sportivi;
- Cat. 30 Discoteche e night club (intera categoria);
- Agenzie di viaggi e di comunicazione (di qualsiasi categoria);

b) Riduzione pari al 65 per cento del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento):

- Cat. 4 Campeggi;
- Cat. 7 Alberghi con ristorante (intera categoria);
- Cat. 8 Alberghi senza ristorante (intera categoria);
- Cat. 22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub (intera categoria);
- Cat. 23 Mense, birrerie, amburgherie (intera categoria);
- Cat. 24 Bar, caffè, pasticceria (intera categoria);
- Cat. 31 Country house e residenze d’epoca extra-alberghiere, Case per ferie e ostelli per la gioventù, Esercizi di affittacamere, Case e appartamenti per vacanze, Bed and Breakfast (intera categoria);

c) Riduzione pari al 40 per cento del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento):

- Cat. 13 Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli (intera categoria);
- Cat. 15 Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato (intera categoria);
- Cat. 16 Banchi di mercato beni durevoli (intera categoria);
- Cat. 17 Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista (intera categoria);

d) Riduzione pari al 30 per cento del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento):
- Cat. 1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto

e) Riduzione pari al 15 per cento del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento):

- Cat. 5 Stabilimenti balneari (intera categoria);
- Cat. 12 Studi professionali;
- Cat. 14 Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze (intera categoria);
- Cat. 18 Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista (intera categoria);
- Cat. 21 Attività artigianali di produzione beni specifici (intera categoria);

f) Riduzione pari al 10 per cento del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento):

- Cat. 6 Esposizioni, autosaloni (intera categoria);
- Cat. 9 Case di cura e riposo (intera categoria);
- Cat. 19 Carrozzeria, autofficina, elettrauto (intera categoria);
- Cat. 25 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari (intera categoria);
- Cat. 26 Plurilicenze alimentari e/o miste (intera categoria);
- Cat. 27 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio (intera categoria);
- Cat. 29 Banchi di mercato genere alimentari (intera categoria).

g) per le utenze non domestiche non stabilmente attive (stagionalità), riduzione del tributo (parte fissa e parte variabile), calcolato sulle tariffe 2021, per le attività di seguito specificate nell’ambito delle singole categorie (di cui all’Allegato A del presente regolamento) di un importo:

- pari al 30 per cento per: cat. 7 Alberghi con ristorante (intera categoria), cat. 8 Alberghi senza ristorante (intera categoria) e cat. 4 – Campeggi;
- pari al 15 per cento per cat. 22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub (intera categoria), cat. 23 Mense, birrerie, amburgherie (intera categoria), cat. 24 Bar, caffè, pasticceria (intera categoria);
- pari al 10 per cento per tutte le restanti categorie ricomprese nelle precedenti lettere dalla a) alla f).

Le riduzioni previste sono applicate, senza istanza da parte del contribuente, al momento dell’emissione degli inviti di pagamento esclusivamente per i soggetti che alla medesima data risultano in regola con i versamenti TARI degli anni precedenti.

I contribuenti non in regola con i versamenti TARI riferiti ad annualità precedenti possono ottenere, mediante apposita richiesta da formulare entro il 16 dicembre 2021, il rimborso di quanto versato a titolo di TARI 2021 entro il limite massimo delle riduzioni di cui al comma 4,  allegando all’istanza dichiarazione di impegno a ravvedere entro l’anno tutto il debito TARI maturato nei confronti dell’Ente, unitamente alla ricevuta di versamento della TARI 2021 e di almeno una ulteriore annualità non versata.

Torna all'inizio