Contenuto principale

Ciclo Visioni educative anno 2015 - 2016

Ciclo di incontri e laboratori per genitori, educatori e cittadini.

novembre 2015 / maggio 2016

24 nov 15 ore 18 / Sala Quartiere 7 - via Petrarca 18
Enrica Giordano, Capire il mondo insieme ai bambini


17 feb 15 ore 18 / Sala Quartiere 7 - via Petrarca 18
Alberto Rabitti, Giocare con i materiali naturali


2 mar 16 / 6 apr 16 
Laboratori per le famiglie


10 mag 16 ore 18 / Sala Quartiere 7 - via Petrarca 18
Paolo Ragusa, Litigare fa bene


Litigare fa bene

Aiutare i bambini ad avere una buona socialità

Paolo Ragusa - formatore, counselor

Il litigio è un problema per gli adulti non per i bambini!
Il gruppo dei pari è un'’esperienza preziosa per i bambini per imparare a stare con gli altri, gettare le basi della vita sociale, imparare le giuste distanze reciproche, scoprire i propri limiti e attivare le proprie risorse creative.Si tratta di cambiare prospettiva: riconoscere la competenza dei bambini e delle bambine nell’'affrontare le proprie difficoltà e saper attivare apprendimenti e risorse rispettandone i tempi, le emozioni, le fatiche e le proposte.  Se gli adulti fanno un passo indietro nei litigi, i bambini possono imparare a cavarsela.


Con il metodo LITIGARE BENE, di chiaro approccio maieutico, è possibile trasformare l’'esperienza dei primi contatti tra bambini  in una palestra per la libertà, ottenendo efficace nella situazione, garantendo la sicurezza e sviluppando competenze, infantili e adulte, utili per il futuro.
Saper litigare è un'autonomia sociale indispensabile.

 


Dott. Paolo Ragusa
Formatore, Counselor e mediatore di comunità, si occupa della progettazione, conduzione e monitoraggio di corsi di formazione per insegnanti, genitori e operatori socio-sanitari. Responsabile delle attività formative del Centro PsicoPedagogico per la pace e la gestione dei conflitti di Piacenza.


Laboratori per le famiglie

Esperienze di gioco con materiali naturali e di recupero

a cura delle educatrici dei nidi d'infanzia e delle coordinatrici pedagogiche

 

2 marzo 2016 ore 17.30 Nido Mondogaio / via Martini
Costruire un gioco con materiali di recupero 

6 aprile 2016 ore 17.30 Nido Aquilone / via Togliatti
Cestino dei tesori e gioco euristico

I laboratori sono dedicati in particolare alle famiglie dei bambini non iscritti ai servizi comunali, ma possono partecipare anche gli iscritti previa disponibilità.

 

 




Giocare con i materiali naturali

Racconto di esperienze, nate dall'ascolto del gioco di bambine e bambini, attorno ambienti e materiali naturali.

Alberto Rabitti - ingegnere e artigiano

Ci sono possibilità per progettare giardini e parchi delle scuole e non solo, in maniere più vicine al mondo dei bimbi e delle bimbe, aperti all’esperienza, vicini all’autenticità della natura, senza l’esigenza di grandi spese economiche.
Spazi naturali di gioco che invitano all’interpretazione creativa dei bambini vicini alle loro esigenze di gioco, di scoperta e meno vicini alle paure degli adulti. Rispettare il rapporto tra l’infanzia e l’ambiente è una questione sociale e di buona salute fisica e psicologica che non si deve trattare solo a scuola ma  proprio da qui può cominciare e trovare una via percorribile gioiosa e giusta.

Serve pensare un giardino fatto di diversi ambienti che abbiano una loro atmosfera, una loro identità, luoghi proporzionati, che siano disposti in modo armonico fra di loro; luoghi belli ed affascinanti che attraggano l’immaginazione e la curiosità dei bambini, così ad esempio un tronco tagliato ed irregolare può diventare il loro teatro e oggi essere un’astronave, domani un galeone, domani ancora una casetta per gli gnomi…

 

Ing. Alberto Rabitti
Vive e lavora a Reggio Emilia, esperto nella progettazione di giardini di nidi e scuole infanzia, nella costruzione di percorsi educativi e didattici con ambienti e materiali naturali.


Capire il mondo insieme ai bambini

Suggerimenti per guardare gli aspetti fisici del mondo che ci circonda (acqua e materiali, luce ombra e colore, caldo e freddo, sole luna e stelle, ....) e comprenderli insieme ai bambini.

Enrica Giordano - Università Milano Bicocca

I bambini fin da piccoli cercano di capire il mondo che li circonda con modalità diverse da quelle degli adulti. Osservano con grande attenzione, provano e riprovano per trovare somiglianze e differenze tra i comportamenti degli oggetti e dei materiali di cui sono fatti, formulano interpretazioni che sottopongono a nuove prove, descrivono e spiegano utilizzando linguaggi non tecnici ma molto precisi ed efficaci, discutono e si ascoltano, cambiano idea.

Gli adulti invece spesso ripetono frasi fatte o spiegazioni che hanno memorizzato più che comprenderle, arrivando a convincersi che la fisica è difficile e il mondo sostanzialmente incomprensibile ai non specialisti. I bambini ci dimostrano che invece "capire si può".
Affiancarli con attenzione e delicatezza in questo serio impegno nel comprendere il mondo, con rispetto per le loro speciali capacità e competenze, per i loro modi di vedere non stereotipati, per il loro coinvolgimento, fantasia ed emozione permette agli adulti di riscoprire aspetti del mondo che danno per scontati e di trovare risposte a domande di fondo e mai banali ( Dove comincia e finisce il cielo? Di che colore sono gli oggetti al buio? Di cosa sono fatte le ombre? Cosa sappiamo davvero dell'acqua?....) utilizzando una metodologia vicina a quella degli scienziati e giocando il vero gioco della scienza.

Le scuole dell'infanzia comunali da alcuni anni stanno realizzando un percorso di formazione sull'approccio scientifico con i bambini. La dott.ssa Giordano è stata una delle formatrici coinvolte in tale percorso.
Questo incontro sarà l'occasione per i genitori per comprendere meglio i contenuti, le metodologie, i fondamenti teorici dell'approccio scientifico.

 

Dott.ssa Giordano Enrica
Professore Associato di didattica della Fisica - Università Milano Bicocca. Formatrice delle scuole dell'infanzia del Comune di Pesaro dal 2012

Ultima modifica: 19 febbraio 2018 - 12:16

Torna all'inizio