Contenuto principale

Il seggio elettorale

Il seggio elettorale “ordinario”* è costituito da:
Presidente
Segretario
4 Scrutatori (tranne che nelle consultazioni referendarie, dove il numero di scrutatori scende a tre).
Fra gli scrutatori il Presidente sceglie il Vice Presidente.
I componenti del seggio, ognuno secondo il proprio ruolo, svolgono tutte le operazioni preliminari alla votazione, gestiscono le fasi di raccolta del voto, dello scrutinio delle schede, del calcolo e della comunicazione dei risultati.


* Per la raccolta del voto degli elettori impossibilitati a recarsi al seggio abbiamo anche il seggio ospedaliero, il seggio speciale e il seggio volante.

 

Il Presidente di seggio elettorale rappresenta la figura centrale del seggio elettorale.
A lui infatti sono deputati i compiti principali, nonché l'organizzazione, la direzione ed il controllo delle operazioni preliminari alla votazione, delle operazioni di raccolta del voto, dello scrutinio delle schede e della comunicazione dei risultati. E' nominato dalla Corte d'Appello che attinge i nominativi dall'Albo dei Presidenti di seggio.

Il Segretario è nominato dal presidente di seggio fra gli iscritti nelle liste elettorali del comune; non è previsto alcun albo dei segretari

Gli scrutatori hanno potestà consultiva nei casi indicati dalla legge o su richiesta del Presidente di seggio. Il parere deve essere obbligatoriamente sentito quando occorra decidere su reclami o sulla nullità dei voti e sull’assegnazione dei voti contestati, ovvero nel caso in cui il Presidente intenda emanare l’ordinanza motivata di sgombero della sala, a carico degli elettori che hanno già votato. Sono nominati dalla CEC fra gli iscritti all'albo degli scrutatori che hanno dato la disponibilità a svolgere tale funzione in occasione di ogni specifica consultazione elettorale

Torna all'inizio