Contenuto principale

Elezioni del Parlamento Europeo e Comunali del 26 maggio 2019

Sono stati convocati i comizi per le elezioni dell’Unione Europea e per l'elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Pesaro. Entrambe le consultazioni si svolgeranno il 26 maggio 2019.

I seggi saranno aperti per tutta la giornata di domenica dalle ore 07.00 alle 23.00.

Sono elettori tutti i cittadini italiani maggiori di età in possesso della capacità elettorale. Sono altersì elettori i cittadini comunitari che abbiano presentato domanda di iscrizione nelle liste aggiunte per il voto al Parlamento Europeo e/o alle elezioni comunali.

Decisione 2018/767 del Consiglio

Decreto del Presidente della Repubblica del 22 marzo 2019

Decreto del Ministro dell'Interno 20 Marzo 2019

Decreto prefettizio di convocazione dei comizi - elezioni amministrative 2019

Manifesti di convocazione dei comizi elettorali

Modifica sedi di sezione elettorale nn. 28 e 30

L’ufficio elettorale, ai sensi delle disposizioni vigenti, ha provveduto alla ridefinizione delle sezioni nn. 28 e 30, apportando delle modifiche che coinvolgeranno tutti i cittadini iscritti in queste sezioni.


In particolare:

  • è cambiata la sede della sezione 28, dal Centro Residenziale Anziani Santa Colomba – Casa Aura alla scuola materna Case Bruciate, via Case Bruciate, 21
  • parte degli elettori della sezione 28 sono stati assegnati alle sezioni 91 e 103 con sede presso la scuola elementare Santa Maria delle Fabbrecce strada della Pozzetta 10
  • è cambiata la sede del seggio 30 (fino ad ora ubicato a Tre ponti) presso la scuola elementare di Cattabrighe via Po 19

A tutti gli elettori interessati dai cambiamenti è stato spedito a casa il tagliando autoadesivo di aggiornamento da incollare sulla tessera elettorale, nel quale è indicato il numero ed il nuovo indirizzo della sezione.

In caso di mancato recapito o smarrimento dei tagliandi ricevuti o eventuali dubbi in merito alla sezione di appartenenza i cittadini possono rivolgersi all’ufficio elettorale che rimane a disposizione per informazioni e chiarimenti ai numeri telefonici 0721/387375/376/377/223 o tramite mail: elettorale@comune.pesaro.pu.it

DI seguito sono pubblicate le tabelle che consentono di verificare la sezione di appartenenza sulla base dell’indirizzo di residenza.

Tabelle con l'elenco della sezione di appartenenza in base all'indirizzo di residenza

Orari di apertura straordinaria degli uffici elettorale e anagrafe per gli adempimenti relativi alla presentazione delle candidature

Per assicurare il rilascio dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali, nonché per gli altri adempimenti connessi alla presentazione delle liste di candidati per le elezioni europee ed amministrative, l'ufficio elettorale e l'ufficio anagrafe di viale Don Minzoni 3 resteranno aperti nei giorni e negli orari di seguito indicati.

Si ricorda, inoltre, che sino alla data delle elezioni (26 maggio 2019), l'ufficio elettorale resterà aperto al pubblico anche il sabato mattina dalle ore 9 alle ore 12.

Avviso Corte di Appello - Mandatario elettorale

Nomina degli scrutatori per le elezioni europee ed amministrative ed eventuale ballottaggio

Istruzioni per la presentazione delle candidature ed. 2019

Cittadini AIRE o temporaneamente all'estero

In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, che si svolgeranno in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea nel periodo compreso tra giovedì 23 e domenica 26 maggio 2019, i cittadini italiani possono esercitare il diritto di voto con le seguenti modalità:

I cittadini italiani che sono permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) possono votare all'estero per i candidati italiani senza necessità di presentare alcuna dichiarazione (a condizione che non abbiano optato per il voto a favore dei candidati locali).

Coloro che invece desiderano votare in Italia pur essendo residenti in un Paese membro dell’Unione Europea devono presentare richiesta, entro il giorno precedente le elezioni in Italia, al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti.

Anche coloro che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di studio o di lavoro, nonché i familiari conviventi, possono votare all'estero per i rappresentanti italiani presentando entro il 7 marzo 2019, per il tramite dell’Ufficio consolare di riferimento, apposita domanda diretta al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti. Per ulteriori indicazioni e modulistica di riferimento clicca qui.

I cittadini italiani residenti nei Paesi NON membri dell’Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo tornando in Italia presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia.

Per maggiori informazioni clicca qui

Voto domiciliare

Gli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione possono, ai sensi dell'articolo 1 d.l. n. 1/2006 convertito dalla legge n. 22/2006 e succ. modifiche, chiedere di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano.

In occasione delle elezioni del sindaco e del consiglio comunale, le disposizioni sul voto domiciliare si applicano soltanto nel caso in cui il richiedente dimori nell'ambito del territorio del comune per cui è elettore.

L'elettore interessato dovrà far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto un'espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimora, corredata della prescritta documentazione sanitaria, in un periodo compreso fra il 40° giorno e il 20° giorno antecedente la data di votazione, ossia fra martedì 16 aprile e lunedì 6 maggio 2019.

Tuttavia, in un'ottica di garanzia del diritto di voto, eventuali domande pervenute successivamente verranno valutate, compatibilmente con le complesse esigenze organizzative legate a questa particolare tipologia di voto.

La domanda di ammissione deve indicare l'indirizzo dell'abitazione in cui l'elettore dimora e possibilmente un recapito telefonico. Deve inoltre essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell'azienda sanitaria.

L’istanza puo' essere presentata:

  • all’Ufficio Elettorale
  • allo Sportello Informa&servizi (Largo Mamiani 11)
  • a mezzo fax 0721/387378

Modello per richiedere voto a domicilio

Voto assistito

La norma consente la presenza di un accompagnatore nella cabina elettorale per gli elettori affetti da grave infermità fisica che impedisca loro di esprimere il voto senza l’aiuto di altro elettore.

Per esercitare tale facoltà è possibile:

- in caso di impedimento PERMANENTE presentare domanda presso l'ufficio elettorale del comune (vedere la modulistica allegata) accompagnata da certificato medico rilasciato dall’ASUR competente e  tessera elettorale; il comune, ricevuta l'istanza e verificata la documentazione presentata, appone un timbro sulla tessera dell'elettore, attestante che ha diritto al voto assistito; la tessera elettorale timbrata dovrà essere esibita al momento del voto al presidente di seggio, che seguendo le disposizioni normative, permetterà l'espressione del voto assistito.

L’istanza di parte e la documentazione prescritta deve essere presentata:
    all’Ufficio Elettorale - via Don Minzoni n. 3;
    allo Sportello Informa&servizi - protocollo generale - Largo Mamiani n. 11;
   

- oppure presentarsi direttamente al seggio elettorale con il certificato dell'ASUR attestante l'impedimento fisico che non consente di esprimere il voto autonomamente; il Presidente di seggio, anche in mancanza del timbro sulla tessera elettorale, seguendo le modalità indicate dalle disposizioni normative e verificata la documentazione esibita, permetterà l'espressione del voto assistito.

-presentarsi direttamente al seggio: su valutazione del presidente di seggio, se l'impedimento fisico è evidente, potrà essere ammesso all'espressione del voto assistito.
                
Riferimenti normativi
L. 05/02/2003  n. 17 art. 1

Modulistica per richiedere l'apposizione del timbro di voto assistito

Voto dei ricoverati in luoghi di cura

Gli elettori ricoverati in ospedali, case di cura e/o di riposo, possono chiedere di votare presso la struttura;

La richiesta (vedi modello allegato) deve essere presentata alla Direzione sanitaria della struttura di ricovero dal cittadino ricoverato, la quale provvederà ad inoltrarla al Comune di iscrizione delle liste elettorali.

Riferimenti normativi

L. 23/04/1976 n. 136

Modello per richiedere il voto presso le strutture di cura

Torna all'inizio