Contenuto principale

Le attribuzioni dei Comuni

La riforma delle autonomie locali ha configurato il Comune quale Ente a competenza generale, potenzialmente deputato alla cura di tutti gli interessi dei propri amministrati. Conformemente a tale impostazione la legge gli affida nell'ambito del Servizio nazionale della protezione civile un ruolo da protagonista, sia nelle fasi di previsione e prevenzione che in quelle di emergenza e soccorso. Inoltre il Comune ha una parte rilevante nell'attuazione degli interventi finalizzati al superamento della fase di emergenza, che pure non sono espressamente attribuiti alla sua competenza, anche in relazione all'ampia generalità delle funzioni ad esso riconducibili.
Agli inizi il Sindaco era definito “organo locale” di protezione civile, incaricato di provvedere utilizzando tutti i mezzi a propria disposizione agli interventi immediati, dandone immediata comunicazione al Prefetto, attivando così le funzioni di direzione e coordinamento tipiche di quest'ultima figura istituzionale.
Con la già citata Legge 225/92 il Sindaco viene invece indicato come "autorità comunale di protezione civile". La questione non è soltanto terminologica poiché egli diviene titolare di funzioni proprie per le quali il Comune “può dotarsi” di una struttura di protezione civile vera e propria.

Gruppo comunale di volontariato
Se vuoi diventare un volontario della Protezione Civile Comunale contatta la sede in largo Aldo Moro 12 (tel. 0721-387724) nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì 9.30-11/17-18,30 sabato 9-11,30

Protezione Civile nazionale.
Protezione Civile regionale.


In alto

Torna all'inizio