Contenuto principale

IL SOGNO E IL REALE: Ercole Luigi Morselli, poeta del teatro e della vita.

Dal   al 

Al Teatro Sperimentale, il convegno per celebrare il centenario di Ercole Luigi Morselli.

ll 2021 non è soltanto l’anno del Sommo Dante, ma anche quello in cui si celebra il centenario della morte di un grande poeta e drammaturgo italiano: Ercole Luigi Morselli, nato a Pesaro il 19 febbraio 1882 e morto a Roma il 16 marzo 1921, all’età di 39 anni.

Mercoledì 20 ottobre alle 17 al Teatro Sperimentale,
l’odissea biografica e letteraria dello scrittore pesarese verrà ripercorsa nel convegno a cura dell’Associazione Amici della Prosa, nell’ambito del 74° Festival Nazionale d'Arte Drammatica in collaborazione con Comune di Pesaro, Ente Olivieri, Università dell’Età Libera di Pesaro e Amat.

Coordinato da Anna Rita Ioni, l'incontro prevede gli interventi di Lucia Ferrati (Ercole Luigi Morselli, una biografia per immagini), Brunella Paolini (Il Fondo Morselli alla Biblioteca Oliveriana di Pesaro), Tiziana Mattioli (Morselli e l’arte del racconto), Pierfrancesco Giannangeli (Il teatro di Ercole Luigi Morselli nel panorama drammaturgico italiano ed europeo), Cristian Della Chiara (Glauco, dal Rossini di Pesaro alle scogliere di Scilla: memorie teatrali) e letture di Giuseppe Esposto.

Autore ormai dimenticato, attorno agli anni Venti del secolo scorso Morselli fu invece salutato come il massimo Poeta del teatro italiano grazie agli osannati capolavori Orione e soprattutto Glauco. Pubblico e critica, nonché registi e attori (tra cui Annibale Ninchi, Virgilio Talli e Annibale Betrone) furono concordi nel premiare la novità della sua opera teatrale. Quella di Morselli fu una figura di poeta romantico propenso a vivere più nella dimensione del sogno che in quella del reale, ma che invece, per grottesco contrappasso, ha dovuto spesso rinunciare a quei sogni, a quelle “fughe” costretto a repentini e crudi “ritorni” nella realtà. Dalla giovinezza dissoluta e scapigliata vissuta nel cenacolo fiorentino con Alfredo Mori, Giovanni Papini e Giuseppe Prezzolini al viaggio in Africa e in America Latina con Federico Valerio Ratti, dalla fuga d'amore con la romana Bianca Bertucci (sua futura moglie e madre della figlia Giuliana), alla dura e spietata gavetta nell'ambiente giornalistico romano, dal pellegrinaggio per le “corti” teatrali ed editoriali (e poi, malato di tisi, per i sanatori italiani) alla prigionia per diserzione, dai trionfi del palcoscenico, al ritiro nella casa sul San Bartolo fino alla prematura morte, la vita di Morselli è stata intensa.

Per l'occasione sarà inoltre presentato il volume Ercole Luigi Morselli. Biografia per immagini (Raffaelli editore, Rimini, 2021) a cura di Lucia Ferrati realizzato grazie all’Ente Olivieri con la collaborazione di Amici della Prosa e Università dell’Età Libera.

Ingresso libero
Ore 17.00 al Teatro Sperimentale

In ottemperanza alle norme previste per l'emergenza sanitaria in atto, è necessario esibire Green Pass in corso di validità e indossare la mascherina come prescritto per gli eventi in luogo chiuso.

 

 

Torna all'inizio