Gianni D’Elia e Lorenzo Braccesi per il San Bartolo

Gianni D’Elia e Lorenzo Braccesi per il San Bartolo
17-09-2017

Un incontro tra storia e poesia, con due intellettuali del territorio che amano il San Bartolo. Un nuovo tassello della campagna di sostegno e sensibilizzazione per il parco ferito dall’incendio dello scorso agosto.

A un mese e poco più dall’incendio che ha ferito profondamente il San Bartolo, un appuntamento per tenere alta l’attenzione su quel che è successo, una nuova tappa della campagna di sostegno e solidarietà al Parco perché torni a ‘rifiorire’.

Domenica 17 settembre alle 18 a Fiorenzuola (piazza Paoli), a promuovere la ‘resurrezione’ del San Bartolo, un’insolita coppia di oratori: un professore e un poeta si confrontano sull’immaginario simbolico e sulla storia del promontorio di Focara, da Santa Marina a Gabicce, in una conversazione che ricondurrà al suo passato più antico e da questo fino alla contemporaneità. Il professore è Lorenzo Braccesi che ha aperto nuove via allo studio della ‘Grecità adriatica’ (titolo di un suo libro con diverse edizioni e ristampe); il poeta è Gianni D’Elia che proprio al ‘paesaggio’ pesarese e alla sua costa ha dedicato la sua ultima e fortunata raccolta di liriche: Fiori del mare.

Un incontro ‘prezioso’ che nasce letteralmente dalla poesia: più precisamente, la quartina scritta di getto da Gianni D’Elia per il dolore provato alla notizia delle fiamme che divoravano la falesia. Intitolata ‘Campagna del San Bartolo’, è stata subito ‘consegnata’ a Daniele Vimini, assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro.

Quella offerta da D’Elia nella conversazione di domenica, sarà dunque la prospettiva della poesia. Per l’autore dei Fiori del mare, la falesia del San Bartolo è una lunga ala sottile che ‘stacca’ col cielo e dà la spinta verso l’alto, è la metafora dell’infinito; e dunque che brucino bellezza e infinito è un allarme intollerabile. Tornano in mente i commenti dei viaggiatori di epoche antiche che arrivavano nella nostra terra (Nando Cecini ce ne parla nei suoi libri): per loro Pesaro aveva una delle vedute più ‘aperte’ dell’Adriatico e il suo cielo una luce ‘speciale’. Forse era proprio per il San Bartolo: perché ‘questo monte piatto e basso’ - dice Gianni D’elia - ‘apre il volo della visione e dà al cielo un carattere sconfinato’. Se della riviera adriatica convivono un’immagine mistica ed una ‘consumistica’, il ‘San Bartolo è ‘mistica pura’ - continua ancora D’Elia -, è un paesaggio mediterraneo che evoca subito la Grecia. E così dalla poesia arriviamo alla storia e agli studi di Braccesi sulla ‘Grecità adriatica’.

Domenica a Fiorenzuola, sarà disponibile la cartolina con la poesia di D’Elia: le offerte raccolte serviranno all’Ente Parco per progetti naturalistici e di rimboschimento. La ‘rinascita’ del San Bartolo continua.

E’ utile ricordare che è attivo un conto corrente del Parco San Bartolo per fare donazioni attraverso bonifico bancario o versamento paypal (tutti i dettagli su www.parcosanbartolo.it).La campagna di sostegno al Parco è promossa da: Comuni di Pesaro e Gabicce Mare, Ente Parco San Bartolo, Regione Marche.

In caso di maltempo l’incontro si terrà nella sede del Quartiere.

#RifiorisciSanBartolo

Organizzazione:

Comune di Pesaro/Assessorato alla Bellezza in collaborazione con Parco San Bartolo

Luogo:

Fiorenzuola di Focara, piazza Paoli

Data Inizio Evento:
17-09-17
Orari:

ore 18

ingresso libero

Informazioni:

www.pesarocultura.it

www.parcosanbartolo.it





W3C xhtml W3C Css