Immagine del Comune di Pesaro
Conciliazione tempi di vita e lavoro, due bandi per “voucher” alle donne e per finanziamenti agli Ambiti territoriali sociali
(08-08-2011)
Sono pubblicati nell’Albo pretorio on line della Provincia di Pesaro e Urbino e sul sito www.formazionelavoro.provincia.pu.it. A disposizione 211mila euro.

www.provincia.pu.it

PESARO – Sono stati pubblicati nell’Albo pretorio online della Provincia di Pesaro e Urbino e sul sito www.formazionelavoro.provincia.pu.it due nuovi bandi per favorire una migliore conciliazione tra tempi di vita familiare e lavorativa, con oltre 211mila euro messi a disposizione del territorio della provincia di Pesaro e Urbino dalla Regione Marche, provenienti dal Dipartimento per le Pari opportunità.

Il primo bando, “Criteri e modalità attuative per l’assegnazione di voucher di servizio per la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro – Macrointervento Oasis”, è rivolto alle donne, mentre il secondo, “Criteri operativi per la presentazione di progetti per la creazione o implementazione di servizi all’infanzia, alla famiglia o interventi similari – Macrointervento Life”, si rivolge agli Ambiti sociali territoriali attraverso gli enti capofila.

Possono beneficiare del primo bando, con scadenza 20 settembre, le donne che devono assistere figli di età non superiore ai 14 anni o figli disabili, residenti o che svolgono attività lavorativa nei territori degli ambiti territoriali sociali numero 5 (Auditore, Belforte all’Isauro, Carpegna, Frontino, Lunano, Macerata Feltria, Mercatino Conca, Montecerignone, Montecopiolo, Montegrimano Terme, Piandimeleto, Pietrarubbia, Sassocorvaro, Sassofeltrio, Tavoleto), numero 6 (Barchi, Fano, Fratterosa, Frontone, Mondavio, Mondolfo, Monteporzio, Orciano, Pergola, Piagge, Serra S.Abbondio, San Costanzo, San Giorgio di Pesaro, San Lorenzo in Campo) o numero 7 (Fossombrone, Cartoceto, Isola del Piano, Montemaggiore al Metauro, Montefelcino, Saltara, Serrungarina, Sant’Ippolito), aree queste che non hanno beneficiato di fondi regionali Fse. Possono essere lavoratrici dipendenti o autonome (anche con contratto “atipico” e/o a tempo determinato), inoccupate o disoccupate, purché il loro reddito 2010, calcolato con metodo Isee, non superi i 25mila euro. I voucher, oscillanti dalle 600 alle 900 euro per familiare assistito (stanziati in totale 70.671 euro), andranno a copertura di rette e servizi a pagamento per asili nido, centri estivi, attività extrascolastiche e doposcuola, servizi all’infanzia, baby sitting ed altro.

Beneficiari del secondo bando, con scadenza 30 settembre, sono i sei ambiti territoriali sociali della provincia di Pesaro e Urbino (capofila Pesaro, Cagli, Urbino, Carpegna, Fano e Fossombrone), che potranno presentare progetti per creare o potenziare i servizi all’infanzia, alla famiglia e interventi similari, baby parking comunali, spazi gioco adulto-bambino, servizi educativi e ricreativi in spazi pubblici e privati in tutti i Comuni del territorio provinciale. In questo caso sono a disposizione 140.435 euro complessivi.

Informazioni: Ambiti territoriali sociali [Ats 1] oppure a.bulzinetti@provincia.ps.it e - dal 29 agosto - tel. 0721.3592933.

Per scaricare i bandi: www.formazionelavoro.provincia.pu.it

Fonte: Ufficio Stampa Provincia di Pesaro-Urbino






« Indietro

W3C xhtml W3C Css