Contenuto principale

Fondo Destinato agli Inquilini Morosi Incolpevoli - Integrazione dell'Avviso Pubblicato il 9 giugno 2017 per estensione nell'anno 2020 della tipologia di beneficiari a causa dell'Emergenza Sanitaria Covid_19

Il Comune di Pesaro, vista la Delibera di Giunta  nr 139 del 14 luglio 2020, ha integrato e non sostituito l’Avviso Pubblicato il 9 giugno 2017 confermato integralmente e reperibile in questa pagina.
Sono ulteriori destinatari per l'anno 2020 del Fondo inquilini morosi incolpevoli i soggetti che, pur non essendo destinatari di provvedimenti esecutivi di sfratto, presentino una autocertificazione ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, nella quale dichiarino di aver subito, in ragione dell’emergenza Covid-19, una perdita del proprio reddito ai fini IRPEF superiore al 30% nel periodo marzo-maggio 2020 rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente e di non disporre di sufficiente liquidità per far fronte al pagamento del canone di locazione e/o agli oneri accessori. Il richiedente deve essere titolare di un contratto di locazione di unità immobiliare registrato, anche se tardivamente, e deve risiedere nell’alloggio da almeno un anno. Sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9.

Per maggiori informazioni e per i requisiti richiesti, è possibile consultare la documentazione allegata.

Consulta i documenti allegati

Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli

Il Comune di Pesaro, con Delibera di Giunta  nr 67 del 29 maggio 2017,  ha istituito delle misure a supporto delle famiglie affittuarie  che, a seguito della perdita o riduzione consistente della capacità reddituale del nucleo, si sono trovate nell'impossibilità di provvedere al pagamento del canone con la conseguente  intimazione  allo  sfratto.

Il presente Bando è una procedura “aperta” fino all’esaurimento delle risorse disponibili e pertanto saranno accolte tutte le domande ammissibili fermo restando che l’ammissione non dà diritto a contributo oltre l’esaurimento dei Fondi trasferiti dalla Regione Marche.

Consulta i documenti allegati

Torna all'inizio