Contenuto principale

Pesaro città che legge e il nuovo Patto per la Lettura

Leggere fa bene a tutti, grandi e piccoli, e migliora la qualità della vita: Pesaro ci crede da sempre, ora più che mai.
Dal 2017 Pesaro ha ottenuto il riconoscimento di ‘Città che legge’ e nel 2018 il Comune di Pesaro ha sottoscritto il 'Patto per la lettura della città di Pesaro' con una serie di organismi pubblici e privati che si impegnano a promuovere la lettura con continuità in un rapporto di stabile e mutua collaborazione.

Condividere le finalità e gli obiettivi del Patto ha consentito di creare una rete tra realtà diverse che lavorano insieme per la promozione del libro e della lettura attraverso attività, percorsi e progetti.

A tre anni dalla sua prima redazione e sottoscrizione, alla luce delle nuove linee guida del Centro per il Libro e la Lettura, viene presentato il Patto per la lettura della città di Pesaro nella sua veste rinnovata.
I partner sono invitati a prendere visione del nuovo Patto [pdf in calce], comunicare eventuali osservazioni e confermare la loro adesione inviando una mail a pesarocittachelegge@comune.pesaro.pu.it    

I nuovi organismi che volessero diventare partner possono visionare il patto e se ne condividono le finalità e gli impegni possono  inviare una richiesta di adesione tramite il modulo allegato [pdf in calce] alla mail pesarocittachelegge@comune.pesaro.pu.it

Patto per la lettura della città di Pesaro. Documenti

Patto per la Lettura della città di Pesaro

Testo completo rinnovato anno 2022                             

PREMESSE

Pesaro per la lettura


A Pesaro, grazie alla sinergica collaborazione tra Biblioteche, Scuole, Associazioni, Librerie, Istituzioni e l’Amministrazione stessa, nel corso degli anni sono stati promossi e realizzati progetti per la promozione della lettura declinata in tutte le sue forme, diversificati per età (da 0 ai 99 anni), per contenuti (dalla prima alfabetizzazione alla riscoperta dei classici della letteratura antica e moderna), per supporti (dal cartaceo al digitale), per tipologie di utenza.
Questo ha permesso alla città di Pesaro di ottenere dal 2017 il riconoscimento di “Città che legge” confermato fino ad oggi mediante la partecipazione agli appositi bandi promossi dal Centro per il Libro e la Lettura (Cepell).

Successivamente, per continuare nelle politiche di promozione del libro e della lettura, in linea con le direttive del Cepell, in attuazione della Delibera di Giunta comunale n. 62 del 16/05/2017 <<Approvazione indirizzi per la ideazione di un “patto locale per la lettura” da sottoscrivere tra il Comune di Pesaro, Enti, Istituzioni e organismi diversi interessati, finalizzato alla promozione della lettura>> e della successiva Determina n. 2756 del 18/10/2017 <<Approvazione del Patto per la lettura della città di Pesaro in esecuzione della Delibera di Giunta 62/2017>>, la città di Pesaro ha adottato come strumento operativo il “Patto locale per la lettura” che, sottoscritto il 27 giugno 2018 da un primo nucleo di soggetti, conta, a dicembre 2021, 78 aderenti, tra enti istituzionali, biblioteche, scuole, librerie, associazioni, partner e amici della lettura di varia estrazione.

Il Patto per la lettura si è rivelato, anche nella difficile situazione creatasi con la pandemia, uno straordinario strumento di diffusione delle pratiche di promozione della lettura, permettendo di dare maggiore visibilità a ciò che già veniva fatto e dando impulso e stimolo a nuove azioni, interventi, progetti.
In particolare, grazie al Patto per la lettura della città, a Pesaro:
-    è stata creata una rete territoriale strutturata, con una sua ‘massa critica’ determinata dai vari soggetti aderenti e da una identità sistemica;
-    è stato creato un tavolo di coordinamento composto dai diversi soggetti aderenti al patto, rappresentativi di vari ambiti di intervento;
-    è stata elaborata una strategia comunicativa per dare identità e visibilità ai progetti, iniziative, eventi e per promuoverli efficacemente;
-    sono stati realizzati  interventi coordinati e congiunti per la promozione della lettura in tutte le sue forme.
La rete, collaborativamente, nel contesto dell’apposito ‘tavolo’, ha:
-    definito gli obiettivi da perseguire,
-    realizzato molteplici iniziative: letture, presentazioni di libri e autori, laboratori, percorsi formativi, maratone di letture, ecc.
-    elaborato progetti speciali (ad esempio “Patente e libretto: favorisca la lettura!” finanziato dal Cepell),
-    monitorato le attività,
-    adottato un piano comunicativo integrato e condiviso.
In relazione alla comunicazione si segnalano alcuni interventi:
•    l’adozione del logo ufficiale “Città che legge” elaborato dal Cepell modulato sulla città,
•    l’adozione del city brand WePesaro declinato su Pesaro Cultura,
•    la creazione di una sezione dedicata a “Pesaro città che legge” - costantemente aggiornata - all’interno dell’area tematica Cultura del portale istituzionale del Comune (http://www.comune.pesaro.pu.it/cultura/pesaro-citta-che-legge/ ),
•    la creazione di una pagina facebook https://www.facebook.com/pesarocittachelegge 
•    attività di promozione delle iniziative nei profili social del Comune,
•    la creazione di una redazione partecipata e diffusa per la messa a punto di calendari condivisi delle iniziative riconducibili a “Pesaro città che legge” inclusivi di tutti i soggetti coinvolti nella promozione della lettura,
•    l’ideazione e realizzazione – grazie anche al finanziamento ottenuto dal Centro - di specifici materiali e strumenti identitari, informativi e promozionali.
La rete utilizza in maniera continuativa gli strumenti e materiali comunicativi realizzati per la promozione delle attività.

Dopo alcuni anni di attività e sulla base di quanto consolidato, emerge dalla rete l’esigenza di rinnovare – con una nuova impostazione formale - il ‘Patto per la lettura della città di Pesaro’ per confermarne la validità complessiva dei contenuti, per monitorare le adesioni acquisite,  per  aprire ad eventuali nuovi partner, per proiettarsi verso azioni future.

Che cos’è il Patto per la Lettura

È lo strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura previsto per l’attuazione del ‘Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura’, riconosciuto dalla Legge nazionale 13 febbraio 2020 n. 15 ‘Disposizioni per la promozione e il sostegno della lettura’ e dalla Legge regionale Marche 22 aprile 2020 n. 15 ‘Promozione del Libro e della lettura’.
La Città di Pesaro ha adottato il proprio Patto per la lettura nel 2018 e lo propone ora – nella sua veste rinnovata - a entità pubbliche e private che individuano nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta.
L’obiettivo è quello di rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa, riconoscendo il diritto di leggere come fondamentale per tutti i cittadini. Come riportato nel ‘Manifesto dei Patti per la lettura’ (Taormina 2021), i libri e la lettura sono infatti considerati “risorse strategiche su cui investire con l’obiettivo di migliorare il benessere individuale e dell’intera comunità, favorendo il piacere di leggere, la coesione sociale e stimolando lo sviluppo di pensiero critico della cittadinanza”.
Il Patto per la lettura agisce per allargare la base dei lettori e delle lettrici abituali, per consolidare le abitudini di lettura, ma anche per avvicinare alla lettura i non lettori e per rendere la lettura accessibile alle categorie più fragili o portatrici di bisogni particolari, in un’ottica profondamente inclusiva e trasversale.
Un patto locale per la lettura è finalizzato a strutturare e/o rafforzare una rete collaborativa continuativa tra i diversi organismi interessati alla promozione del libro e della lettura, per dare continuità e vigore alle iniziative già attive, ma anche per svilupparne ulteriori, sperimentali ed innovative.

Perché un Patto per la lettura

Il Patto si configura come intervento di politica attiva e partecipata per promuovere la lettura quale strumento di sviluppo individuale, per il superamento dei gap di conoscenza, per l’esercizio di forme di cittadinanza consapevole.
Il Patto per la lettura approvato dall’Amministrazione comunale di Pesaro nel 2017, adottato nel 2018, poggiava sulle tante attività e progetti realizzati negli anni sul nostro territorio, un contesto fecondo e un patrimonio di buone pratiche nella promozione della lettura e del libro che il Patto ha fatto emergere, dotato di specifica identità, rafforzato, consolidato  con il principale intento di attirare i non lettori e contrastare quel calo di lettori riscontrato, nonostante le tante azioni intraprese, sia a livello locale che nazionale.
Oggi, sulla base di una positiva ed efficace esperienza pluriennale, nella sua veste rinnovata, il Patto per la lettura della città di Pesaro punta ad elaborare - nell’ambito dell’apposito Tavolo - nuove strategie di promozione della lettura, ad intercettare nuovi partner, a consolidare e ampliare la rete di collaborazione, a potenziare l’efficacia degli interventi.

Chi vi può partecipare


Possono aderire al Patto organismi pubblici e privati che realizzano o vogliano realizzare attività di promozione della lettura in coerenza con quanto previsto dal “Patto per la lettura della città di Pesaro”, eventualmente includendola tra le attività ordinariamente svolte.
Il “Patto per la lettura della città di Pesaro” è infatti aperto a entità pubbliche e private, biblioteche, scuole, associazioni, librerie, case editrici, fondazioni, istituti culturali, enti del terzo settore, ospedali, consultori,  ecc. – a partire dai soggetti che lo hanno sottoscritto dal 2018 ad oggi, ai partner delle iniziative di promozione della lettura realizzate, a tutte le entità che condividono l’idea che la lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società, uno strumento per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale della città da sostenere attraverso azioni coordinate e congiunte.

TUTTO CIO’ PREMESSO
TRA


il Comune di Pesaro, rappresentato dal Sindaco o suo delegato
E
I soggetti partner, come descritti in calce

si concorda e si stabilisce quanto segue:

1.    Premesse
Le premesse sono parte integrante e sostanziale del presente ‘Patto per la lettura della città di Pesaro’

2.    Capofila   

Il Patto è promosso dall’Amministrazione comunale di Pesaro che svolge funzioni di capofila anche avvalendosi dei soggetti partner.
Il Patto è aperto ai diversi organismi interessati e va sottoscritto tra le parti.
La firma del Patto non comporta alcun tipo di beneficio o onere economico diretto.
L’Amministrazione comunale, ai sensi della L15/2020, compatibilmente con gli equilibri di bilancio e i relativi stanziamenti, può prevedere specifici finanziamenti per l’attuazione degli interventi di cui al Patto

 3. Finalità del Patto


il Patto per la Lettura della città di Pesaro si prefigge di ridare valore all’atto di leggere come bene comune su cui investire, favorendo un’azione coordinata e sistematica di contatto e di conoscenza tra le diverse realtà rappresentate da chi legge, presta, vende, conserva, scrive, traduce libri, dando continuità e vigore alle iniziative di promozione alla lettura già collaudate, rendendole più visibili sul territorio, sviluppandone di nuove e creando ambienti favorevoli alla lettura, per la crescita culturale dell’individuo e della comunità.

In particolare, il ‘Patto per la Lettura della città di Pesaro’ si pone le seguenti finalità:

-    riconoscere l'accesso alla lettura quale diritto di tutti, favorendo il piacere di leggere come esperienza fondamentale per promuovere e diffondere la lettura
-    rendere la pratica della lettura un’abitudine sociale diffusa, capace di entrare nell’immaginario collettivo e di promuovere l'apprendimento permanente
-    avvicinare alla lettura:    
o    i non lettori, con particolare riferimento alle famiglie in cui si registra un basso livello di consumi culturali
o    i bambini sin dalla prima infanzia
o    i nuovi cittadini
-    aiutare chi è in difficoltà offrendo la possibilità di leggere:
o    nelle carceri,
o    negli ospedali,
o    nei centri di accoglienza,
o    nelle case di riposo, ecc.
-    promuovere azioni di lettura inclusiva, riconoscendo nel leggere un’azione positiva che permette di superare i gap di abilità sensoriale e di apprendimento, creando coesione sociale
-    avvicinare alla lettura chi non legge e a rafforzare le pratiche di lettura nei confronti di chi ha con i libri un rapporto sporadico, per allargare la base dei lettori abituali
-    coinvolgere i forti lettori in iniziative di promozione alla lettura
-    sostenere la pratica della lettura ad alta voce
-    stimolare il protagonismo dei lettori come divulgatori del piacere di leggere
-    valorizzare e promuovere tutti i luoghi della lettura, sia quelli istituzionali e strutturati, che quelli informali e spontanei
-    stimolare, in tutti gli attori coinvolti nella rete territoriale, l’abitudine ad operare secondo criteri di trasversalità e reciprocità, in modo che le azioni di promozione della lettura siano più efficaci, visibili e condivise.

4.    Interventi


Per la realizzazione delle finalità descritte sono previsti specifici interventi da realizzare in sinergia tra i vari soggetti aderenti e gli obiettivi operativi del ‘Patto per la lettura della città di Pesaro’ sono dunque a titolo non esaustivo:

a.    promuovere la lettura in tutte le sue forme secondo le finalità del Patto
b.    consolidare ed ampliare la rete territoriale strutturata a partire dal 2018, in modo che essa crei identità, dia visibilità ai soggetti aderenti e alle attività da loro organizzate
c.    consolidare ed ampliare il tavolo di coordinamento composto dai diversi soggetti aderenti
d.    creazione di eventuali tavoli tematici funzionali alla elaborazione di attività e progetti specifici
e.    elaborazione di specifici progetti di promozione della lettura e/o funzionali ad essere candidati in specifici canali di finanziamento.

Altri interventi ed obiettivi operativi potranno essere individuati dalla rete territoriale nell’ambito dell’apposito tavolo.

   5. Impegni di chi sottoscrive il Patto

L’Amministrazione comunale e i firmatari si impegnano a:

- condividere e fare propri le finalità e gli obiettivi del Patto e gli interventi collegati
- attivarsi – autonomamente e collaborativamente per il perseguimento delle finalità e degli obiettivi
- mettere a disposizione le proprie competenze al fine di organizzare  interventi per il raggiungimento delle finalità condivise
- mettere a disposizione risorse e strumenti propri e/o rendersi disponibili ad attivarsi per reperirli
- promuovere e realizzare azioni e iniziative collaborative e/o autonome coerenti con il quadro generale del Patto e delle sue finalità
- supportare la rete territoriale per la promozione della lettura, anche coinvolgendo eventuali soggetti/partner e/o stakeholders che possano offrire il loro contributo al Patto in base alle rispettive capacità e competenze
- utilizzare il logo, gli strumenti e materiali comunicativi di Pesaro città che Legge per le iniziative di promozione della lettura messe in atto anche autonomamente
- comunicare al capofila le iniziative organizzate autonomamente in modo che vengano pubblicizzate tramite i canali di comunicazione di Pesaro Città che Legge (secondo le indicazioni presenti nell’apposita sezione del portale istituzionale http://www.comune.pesaro.pu.it/cultura/pesaro-citta-che-legge/ )
- collaborare alla diffusione e promozione delle informazioni sui programmi, calendari, progetti, obiettivi, ecc.
- collaborare alla stesura di progetti di promozione della lettura e/o da candidare a forme di finanziamento
- collaborare alla elaborazione di nuove pratiche di promozione della lettura che possano essere diffuse e condivise sul territorio
- promuovere attività di formazione sul libro, la lettura e la sua promozione sia di tipo formale che informale
- confrontarsi e collaborare in maniera continuativa partecipando al tavolo di coordinamento per perseguire le finalità del Patto e attuare i relativi progetti e iniziative
- monitorare le attività e gli interventi di promozione della lettura al fine di verificarne l’efficacia e la corrispondenza con i contenuti del Patto
- collaborare alla diffusione del Patto e delle sue finalità.

6.    Tavolo


Il tavolo di coordinamento è composto dai diversi soggetti aderenti al Patto in rappresentanza dei rispettivi ambiti di intervento in cui si articola la rete territoriale secondo una logica di partecipazione ampia, massimamente inclusiva e trasversale.
Ogni organismo aderente è tenuto ad indicare il proprio rappresentante nell’ambito del tavolo e a garantire la partecipazione allo stesso anche eventualmente mediante un proprio delegato.
Il tavolo condivide le finalità del Patto, realizza gli interventi e gli obiettivi operativi previsti.
Il tavolo individua ulteriori obiettivi che si vogliono perseguire, definisce progetti, monitora le attività, l’efficacia del Patto e delle azioni comuni.

7.    Modalità operative

Per il perseguimento delle finalità e degli obiettivi del Patto l’Amministrazione comunale - in qualità di capofila-  promuove incontri periodici  coinvolgendo  la rete territoriale e il relativo tavolo di coordinamento.
E’ facoltà dei partner promuovere incontri di interesse generale.
E’ inteso che sono possibili forme di consultazione telematica.

8.    Durata


Il presente  Patto ha durata quadriennale ed è rinnovabile mediante adozione di apposito atto formale, previa consultazione della rete territoriale e del relativo tavolo di coordinamento.

9.    Estensione

Ai sensi della normativa vigente, l’Amministrazione comunale – nella sua qualità di capofila del ‘Patto per la Lettura della città di Pesaro’ - può attivare forme di collaborazione con soggetti istituzionali a livello provinciale, regionale, nazionale, internazionale per il migliore e/o più efficace perseguimento delle finalità del Patto stesso nell’ottica delle ‘reti lunghe’ e delle sinergie sistemiche.


Luogo______________Data________


Per il Comune di Pesaro – capofila

______________

Per il soggetto partner

_________


Pesaro Città che legge. Il percorso della città

2017
Nel 2017 Pesaro ha ottenuto il riconoscimento di Città che legge partecipando al bando promosso dal Centro per il Libro e la Lettura (Cepell), istituto autonomo del MIBACT. Un risultato ottenuto perché in questi anni, la città ha promosso e realizzato progetti per la promozione della lettura grazie alla collaborazione tra biblioteche, scuole, associazioni, librerie, istituzioni e l’Amministrazione comunale. Si tratta di iniziative che declinano la lettura in tutte le sue forme, pensando a target molto ampi (dai 0 ai 99 anni), con contenuti (dalla prima alfabetizzazione alla riscoperta dei classici della letteratura antica e moderna) e supporti (dal cartaceo al digitale) differenti. In linea con le direttive del Cepell e in attuazione della Delibera di Giunta comunale n. 62 del 16/05/2017 (Approvazione indirizzi per la ideazione di un “patto locale per la lettura” da sottoscrivere tra il Comune di Pesaro, Enti, Istituzioni e organismi diversi interessati, finalizzato alla promozione della lettura), ratificato con determina dirigenziale n. 2756 del 18/10/2017, Pesaro ha adottato il Patto locale per la lettura, strumento di governance che individua nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa.  

2018
Il riconoscimento di Pesaro Città che legge è stato confermato anche per l'anno 2018-‘19. Acquisiti i documenti di intenti dei soggetti che condividono finalità e impegni del "Patto per la lettura della città di Pesaro", il documento è stato formalmente sottoscritto il 27 giugno 2018.

2019
Il Comune di Pesaro con il progetto Patente e libretto! Favorisca la lettura! (approvato con delibera di Giunta n. 55 del 12/03/2019) vince il bando 2018 promosso dal Cepell (Centro per il Libro e la Lettura), per la realizzazione di attività integrate di promozione del libro e della lettura’.

La vittoria porta con sé un finanziamento di 50.000 euro. Il progetto è stato ideato da un tavolo tecnico composto da diversi partner che hanno sottoscritto il Patto di Lettura, con il coordinamento dell’Assessorato alla Bellezza e la partecipazione degli Assessorati alla Crescita e alla Solidarietà.

Patente e libretto! Favorisca la lettura! vuole promuovere la lettura quale elemento fortemente identitario della città e creare una rete strutturata di soggetti diversi centrata su condivisione, collaborazione e reciprocità, capace di generare un sistema lettura che sia attivo nelle sedi ‘istituzionali’, come le biblioteche, le scuole le librerie, ma anche in luoghi più agili e informali. Tutto ciò, affidando un ruolo centrale al lettore, con un’attenzione speciale alle categoria svantaggiate.Il progetto rappresenta un risultato ‘corale’ perché tutto il lavoro fatto in questi anni a Pesaro in termini di promozione della lettura e dei libri è stato possibile grazie alla collaborazione tra biblioteche, scuole, associazioni, librerie, istituzioni e l’Amministrazione comunale.

2020 - 2021
Realizzazione del progetto "Patente e Libretto": ideazione e produzione della Mappa di Pesaro Città che Legge, della relativa Patente del Lettore (da cui l’origine del titolo del nostro progetto), con il suo Registro del Lettori, della App (presente su 'apple store' e 'play store' basata sui dati statici della mappa - luoghi e soggetti di Pesaro Città che Legge - introducendo la ‘narrazione’ relativa agli eventi e iniziative nei vari luoghi e l’aggiornamento costante di questi , e ad altri materiali identitari (segnalibri, adesivi, roll up, vetrofanie, pins, timbri, bandiere, shopper). La situazione emergenziale legata alla pandemia e i limiti posti alla realizzazione di attività in presenza ha obbligato il coordinamento a eliminare quegli interventi che prevedevano l’ampio coinvolgimento di soggetti a cominciare dalle scuole. Gli eventi di restituzione e disseminazione della lettura previsti nel progetto non hanno potuto essere realizzati secondo le modalità previste; per il secondo week end di aprile era stata infatti  ideata una ‘maratona di lettura di comunità’ cioè con il coinvolgimento più ampio possibile dei cittadini e con una estensione massiva e diffusa dal centro alla periferia.  Il titolo prescelto ‘Notti bianche della lettura’ stava ad indicare l’ampio sviluppo temporale previsto: dalla mattina fino a tarda ora.
Tale iniziativa è stata sostituita da una maratona di lettura digitale che ha visto più di 85 contributi dei diversi partner di ‘Pesaro città che legge’ con oltre 90 lettori di ogni età nei loro diversi ambiti (biblioteche, scuole, librerie, associazioni, scrittori, rappresentanti politici, ecc. ecc.).
La maratona - visibile al seguente link https://www.facebook.com/watch/?v=1413326518876308 - si è svolta  domenica 24 maggio  rientrando anche nelle iniziative del Maggio dei Libri.

PARTNER AL 31/12/2021

I principali promotori sono stati: Daniele Vimini / Assessorato alla Bellezza e alla Vivacità, Giuliana Ceccarelli / Assessorato alla Crescita, Sara Mengucci / Assessorato alla solidarietà, le Biblioteche del Comune di Pesaro Biblioteca San Giovanni, Biblioteche di quartiere (Louis Braille, Rodari di Borgo Santa Maria, Villa Fastiggi), Biblioteca d’Arte Musei Civici; Quartiere 1"Centro storico", Quartiere 6: "Pantano - Santa Veneranda", 4° Quartiere: "Villa Fastiggi", Quartiere 8 "Pozzo Alto-Borgo Santa Maria- Case Bruciate- Villa Ceccolini-Ginestreto,  Quartiere 9: "Soria - Tombaccia - Santa Maria delle Fabbrecce" , Municipio di Monteciccardo.
Molti i soggetti pubblici e privati firmatari come da elenco che segue, costantemente aggiornato da nuovi ingressi di soggetti che a vario titolo condividono le finalità del patto:

 

Biblioteca Archivio Bobbato

Ente OlivieriBiblioteca e Musei Oliveriani 

Biblioteca Casa delle donne

Università dell’Età Libera

Società di studi storici pesaresi

Associazione Libreria Le foglie d’oro

Libreria Campus Mondadori

Libreria il Catalogo

Librerie.coop Pesaro

Libreria Didot Leggerefareguardare

Libreria Kaleidon

Istituto Tecnico Economico Tecnologico “Bramante-Genga”

Istituto Comprensivo Luigi Pirandello

Istituto Comprensivo Villa San Martino

Istituto Comprensivo Dante Alighieri

Istituto Comprensivo Giacomo Leopardi

Istituto Comprensivo Gianfranco Gaudiano

Istituto Comprensivo Galileo Galilei

Istituto Comprensivo A.Olivieri

Liceo Artistico Ferruccio Mengaroni

Liceo Classico – Economico Sociale – Linguistico – Scienze Umane Terenzio Mamiani di Pesaro

Liceo Scientifico,  Musicale e Coreutico “Guglielmo Marconi” Pesaro

Associazione Teatro di Pesaro La Piccola Ribalta

La Lupus in fabula Associazione ambientalistica

Associazione di promozione sociale ARCOIRIS

Associazione “Meglio un Libro”

Associazione Culturale Sarda “Eleonora D’Arborea”

Associazione Culturale APS Le voci dei libri

“d_Vulgare” divisione di Pesaro Village-Show Village sas

Circolo cittadino “G. Rossini” Soc. Coop. S.d.

Area Vasta 1

Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Marche Nord” 

Cgil Camera del Lavoro Pesaro

Unione Italiana ciechi e Ipovedenti E.T.S. – A.P.S.

Casa Circondariale di Pesaro
Onlus Gulliver Ets
Farmacia Rossini

Associazione di volontariato GENIA

Il Resto del Carlino - Pesaro

Corriere Adriatico - Pesaro
Rossini TV

IIs S.Marta e G.Branca
VILLA C'E' Associazione ODV
ERAP MARCHE Presidio di Pesaro Urbino
Centro Documentazione e Informazione Handicap (CDIH) di Pesaro

Auser Pozzo d'Argento

Arca dei Libri - Biblioteca per bambini e ragazzi (Santa Maria dell'Arzilla)

Istituto A. Cecchi
Associazione Amici della Prosa
Dogwarts Asd
Pesaro in Magazine
Metauro Edizioni
Cooperativa Jolly Roger

Nuova Fim Libro

Associazione Il Mantello
ParoledArancio
Associazione Genitori Pesaro ODV

Ente Parco Naturale del Monte San Bartolo
Associazione Culturale LiberaMusica
Associazione Culturale La Stele

Il Campo ASD
Associazione Azobè Onlus

Torna all'inizio