Contenuto principale

Distribuzione gratuita saturimetri da dito

Il Comune di Pesaro ha deciso con avviso pubblico di destinare tremila saturimetri da dito (come da immagine) gratuitamente alla cittadinanza in questo delicato momento di emergenza sanitaria.

Chi può chiederlo: residenti nel Comune di Pesaro che siano
- in condizioni di disabilità grave (art. 3 comma 3, L 104/92)
- e/o over 65 (nati prima del 1° gennaio 1956)

Quanti: uno per nucleo familiare

Come richiederlo
: CLICCA QUI PER INVIARE LA DOMANDA dal mercoledì 25 novembre a mercoledì 2 dicembre ore 13.

In caso di un numero di domande da parte di over 65 superiore al numero di saturimetri disponibili (3000) verrà data precedenza a coloro che:
-    sono in affitto: informazione da inserire nella domanda
-    hanno un reddito familiare più basso nel mese di ottobre (somma di tutti i redditi della famiglia, stima nel caso di lavoratori autonomi): dato da inserire nella domanda
-    minor componenti nucleo familiare: dato prelevato automaticamente dallo stato di famiglia in possesso del Comune

Per informazioni o supporto nella redazione della domanda gli operatori sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 e nelle giornate di martedì e giovedì anche dalle 15:00 alle 16:30 al seguente recapito telefonico: 07211743662

I saturimetri verranno distribuiti direttamente a domicilio da volontari dei Quartieri e della Protezione Civile o agenti di Polizia Locale.

Chiarimenti sulla compilazione della richiesta / FAQ - domande frequenti

Inviare prima la domanda garantisce più probabilità di riceverlo?
No, la data di invio della richiesta non costituirà una precedenza, tutte le domande pervenute nel periodo corretto saranno ugualmente prese in considerazione.

Per compilare la domanda on-line è possibile utilizzare un qualunque browser?
No, è consigliato utilizzare uno dei seguenti browser: Chrome, Edge, Firefox, Opera. (Internet Explorer non è supportato)

Come faccio a sapere se la mia richiesta è stata registrata?
Compilando la richiesta online si riceve una mail di conferma (da ICCS Informatica - noreply@iccs.it) all'indirizzo di posta elettronica fornito in sede di registrazione.

Ho sbagliato a inserire qualche dato nella domanda inviata posso correggerla?
Sì ma bisogna prima chiedere l'annullamento della domanda effettuata scrivendo a:
protocollo@comune.pesaro.pu.it
Una volta ricevuta conferma di annullamento si può ripetere la domanda (entro comunque la data e orario di scadenza).

Che controlli verranno effettuati?
Le verifiche saranno svolte dagli uffici comunali competenti in collaborazione con la Guardia di Finanza, Inps e Asur secondo le modalità previste dal vigente regolamento comunale.

Come devo calcolare il reddito?
Il reddito deve essere calcolato sommando i redditi netti, del mese di ottobre 2020, di ogni componente della famiglia anagrafica.

Cosa si intende per reddito netto?
Il reddito netto deve essere comprensivo di tutti i redditi ricevuti dai componenti della famiglia, a qualunque titolo (stipendio, ammortizzatori sociali, reddito di cittadinanza, pensione, reddito da lavoro autonomo, assegno di mantenimento etc.). Per i lavoratori dipendenti sarà quello percepito, per i lavoratori autonomi dovrà essere stimato.

Eventuali affitti percepiti devono essere inclusi nel calcolo del reddito?
Si, vanno considerati.

Se nella busta paga di ottobre compaiono voci straordinarie quali conguagli, arretrati, rimborsi IRPEF, rimborsi bonus ristrutturazioni ecc, vanno computati nel reddito?
No, i rimborsi una tantum non devono essere inclusi nel reddito indicato nel modulo.

Cosa si intende per nucleo anagrafico?
Si intendono le persone conviventi come risultano dai registri dell’anagrafe comunale (stato di famiglia).

Vanno inclusi i redditi di altri parenti conviventi?
Si, se sono nel nucleo anagrafico (cioè se sono parenti e hanno residenza insieme).

Se due persone sono sposate o unite civilmente ma non hanno la stessa residenza, i redditi si sommano?
Sì, vanno sommati.

Nel caso in cui due persone separate o divorziate mantengano la stessa residenza, vanno sommati i redditi di entrambi?
Sì, perché si sommano i redditi di tutto il nucleo anagrafico.

Torna all'inizio