Contenuto principale

Quali sono le finalità assistenziali e la metodologia di cura

Per ogni Ospite viene definito un piano di assistenza personalizzato, progettato sul presupposto che ogni persona è diversa dall’altra e necessita di cure specifiche.
Vengono individuati gli obiettivi specifici cui tendere sulla base dell’analisi dei dati e dell’identificazione dei bisogni della persona.
Nell’identificazione degli obiettivi specifici, la priorità assoluta è rappresentata dagli obiettivi di mantenimento delle autonomie presenti, in considerazione dell’età avanzata degli Ospiti e del rischio di deterioramento cui potrebbero andare incontro.
Quando l’Ospite inizia la frequentazione del Centro viene affidato all’attenta cura degli operatori; la persona viene quotidianamente osservata e i suoi comportamenti registrati al fine di comprenderne i bisogni e valutarne le autonomie presenti.
La valutazione consente di definire gli obiettivi che gli operatori si prefiggono di raggiungere per il benessere dell’anziano; si pianificano gli interventi assistenziali da svolgere, si individuano le risorse da impiegare e si programmano i tempi di realizzazione delle azioni e di verifica finale.
Ogni aspetto della vita quotidiana dell’Ospite diventa parte del progetto di assistenza, dalle cure per la sua persona alla vita di relazione, dai percorsi di riattivazione a tutto quanto concorre ad apportare benessere e serenità.
In quest’ottica la persona, con la sua storia e le sue potenzialità, è al centro dell’attenzione degli operatori che predispongono gli interventi da attuare affinché i bisogni vengano soddisfatti e le potenzialità messe a frutto.
Un piano di assistenza si costruisce giorno dopo giorno e si tiene costantemente aggiornato per tutto il periodo di frequenza.
Nella definizione del piano di assistenza dell'ospite del Centro Diurno, assume un ruolo di rilievo il coinvolgimento della famiglia in quanto è indispensabile che ci sia continuità assistenziale fra la vita al centro e la vita al domicilio. Occorre attivare un filo diretto con i familiari e i care givers di riferimento al fine di costruire una reale condivisione degli obiettivi.
La responsabilità dell’elaborazione del Piano di assistenza individualizzato compete alla Responsabile del Centro e all’Infermiere ma tutto il gruppo degli operatori coinvolti nel processo assistenziale dell’anziano partecipa attivamente a tutte le fasi della progettazione e realizzazione attraverso riunioni periodiche programmate e documentate.
Nel corso della permanenza in struttura, l’équipe di valutazione interna, provvede periodicamente a rivalutare le condizioni generali dell’Ospite, aggiornare il PAI e le prestazioni assistenziali da erogare.
Per ogni Ospite viene predisposta una cartella personale articolata nelle sezioni: sociale / contabile / assistenziale / sanitaria
Tutti i dati relativi alle decisioni prese e agli interventi realizzati sono registrati e documentati.

Torna all'inizio