Contenuto principale

Molluschi bivalvi vivi

I molluschi bivalvi vivi, così come individuato dal pacchetto igiene, devono provenire da zone di produzione e/o di stabulazione sanitariamente classificate e immessi in commercio previo confezionamento presso uno stabilimento riconosciuto a livello Comunitario.

Molluschi bivalvi vivi - Classificazione delle zone di produzione, stabulazione e raccolta.
Molluschi bivalvi vivi - Monitoraggio delle zone di produzione e stabulazione.

AGGIORNAMENTO LOCALE

Visto il rapporto di prova n.14060 del 14.02.2018 rilasciato dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche dal quale risulta che le vongole (venus gallina) prelevate in data 12.02.2018 presso la zona/banco naturale classificata denominata "3/6-9" sono risultate non conformi per E. Coli e pertanto non presentano più i requisiti per il consumo umano diretto, il Coordinatore del piano di monitoraggio delle zone di raccolta dei molluschi bivalvi vivi dispone l'invio alla depurazione di tali molluschi.

Visto il rapporto di prova n.12016 del 07.02.2018 rilasciato dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche dal quale risulta che le cozze (mytilus galloprovincialis) prelevate in data 05.02.2018 presso l'allevamento denominato "Marcoop" sono risultate non conformi per E. Coli e pertanto non presentano più i requisiti per il consumo umano diretto, il Coordinatore del piano di monitoraggio delle zone di raccolta dei molluschi bivalvi vivi dispone il divieto di raccolta e l'attivazione da parte del produttore delle procedure di ritiro del prodotto già commercializzato che è stato raccolto a far data dal prelievo del campione.

Per maggiori informazioni:
Asur Marche - Area Vasta n.1
Dipartimento di Prevenzione - Unità Operativa Veterinaria
Via Nitti 30 - 61122 Pesaro
tel. 0721424435 - fax 0721424423

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Regolamento CE n. 178/2002
Regolamento CE n. 852/2004
Regolamento CE n. 853/2004
Regolamento CE n. 854/2004
Regolamento CE n. 2073/2005
Intesa Governo - Regioni rep. 79/CRS del 08/07/2010 recepita nell'ordinamento regionale con DGRM n. 1665 del 22/11/2010
D. L.vo n. 193/2007
Delibera Regione Marche n. 850 del 01/08/2016
Decreto del Dirigente della P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare della Regione Marche n. 11/VSA del 12/01/2017
Determina del Direttore Generale ASUR n. 479 del 8 luglio 2015

Torna all'inizio